La sequenza "Impermanenza 13025" deriva da un lavoro di lunghe riprese nel parco di Molina nel giorno del massimo affollamento ad agosto. Il contrasto tra il contesto arcaico e le attività ludiche delle persone rievocano un passato senza tempo. I movimenti dei corpi e dei fluidi contrastano con la quiete apparente del sito archeologico.
Back to Top